L’apparenza importa – Confezioni regalo e non solo

Psicologia dei costrutti personali: cosa ho imparato in 4 anni di formazione
dicembre 19, 2016
Bilanci personali: due delle mie tecniche preferite
dicembre 27, 2016

Hai presente un pasticcino buonissimo ma malamente spiaccicato sul piattino da portata? Magari non invoglia molto l’appetito.

Ecco più o meno funziona così anche per i pacchetti da regalo: conosco alcuni commercianti che vendono notevolmente di più da quando hanno assunto una commessa bravissima a realizzare confezioni originali e sfiziose: siamo sempre attratti dal bello e una bella confezione ci suggerisce cura, attenzione, amorevolezza.

Non ci sono confezioni standard migliori di altre, eh. Non sto dicendo che in assoluto ci sia un modo migliore per presentare un dono, anzi! Una mia amica fa delle confezioni graditissime usando solo fogli di vecchie riviste e spago!

Cosa c’entrano i pacchetti con le tematiche psicologiche e il benessere?

A volte penso che anche noi siamo dei doni per chi ci incontra e anche noi in qualche modo possiamo badare o meno alla confezione.

La tua confezione è il tuo aspetto fisico, la tua pettinatura o barba, ma anche i tuoi vestiti e gli accessori che scegli. Il modo in cui decidi di andare incontro a una giornata di lavoro, a una domenica in bicicletta con i tuoi bambini o a una giornata di festa. La tua confezione è anche la tua postura, il tuo sguardo e le rughette che il tempo ha disegnato intorno alle tue labbra. La tua confezione è il tuo tono di voce e l’espressione del tuo viso quando ascolti. La tua confezione è anche la selezione di parole che usi, il registro che ti appartiene e il modo in cui lo moduli nelle diverse situazioni.

Sono convinta che se forse l’abito non fa il monaco, il monaco è certamente gentile col suo abito perché questo gli consenta di essere riconoscibile a prima vista.

Sono convinta che le apparenze ingannano tanto quanto comunicano. 

In questi giorni di pacchetti, scelta di panettone senza canditi o del vestito che indosserai al cenone di capodanno, fai caso anche a tutto il resto: le parole che scegli per rivolgerti a chi è importante per te, il tono che usi con chi non può niente su di te, lo sguardo che rivolgi a chi ti fa una richiesta, la postura che assumi quando emerge un tuo punto debole.

In questi giorni, ma non solo, facci caso a come lasci che si presenti agli altri il dono che tu stesso sei.

E se ti va fammi sapere che rapporto hai tu con le “apparenze” e le confezioni.

 

 

 

Dr. ssa Veronica Mormina Psicologa
Dr. ssa Veronica Mormina Psicologa
Aiuto adolescenti, adulti e coppie a costruire percorsi verso i loro obiettivi e il loro benessere. Insieme tracciamo la posizione di partenza, la direzione e il tragitto verso la meta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *