Quest’estate non andare in vac-ansia

profezia che si autoavvera
Profezia che si autoavvera: istruzioni per l’uso.
26 luglio 2017
disturbi alimentari
Disturbi alimentari e figli adolescenti: indicazioni utili
9 agosto 2017
ansia ferie

Ci siamo! Arriva il tanto atteso momento delle ferie che ti pregustavi da tempo e in valigia entra pure l’ansia ad appesantirti e limitarti.

Magari arriva proprio al momento di partire, magari arriva quando sei già in ferie da qualche giorno, o magari comincia a salire gradualmente, da quando parte il programma.

 

Agosto: ansia mia non ti conosco!

 

L’ansia può essere molto connessa con il vuoto e lo spazio mentale che si crea quando si esce dal tran tran quotidiano. Inoltre, spesso le ferie e le vacanze sono sovraccaricate di aspettative, che rendono più difficile viversi il momento così per come è.

In qualche modo è come se avessi già vissuto in anticipo le sensazioni che “dovresti” vivere una volta in ferie e questo crea una discrepanza nel caso trovi possibile che le cose per te vadano poi diversamente.

 

 

Allora ecco un piccolo
vademecum 
per ridimensionare l’impatto che l’ansia può avere sul tuo meritato riposo.

 

 

 

  1. Aspettatela ma non troppo

    Spesso trovarsi preda dell’ansia proprio nel momento in cui ci si aspetterebbe il massimo del relax può fare paura e rendere molto insicuri. Se ti capita di provare ansia quando devi affrontare piccoli cambiamenti o novità, sappi che è probabile che succeda durante le ferie. Mettilo in conto, senza farne un pensiero ricorrente.

  2. Non catastrofizzare

    Tieni in considerazione che potrai sentire una certa agitazione e potrai aver bisogno di alcuni accorgimenti. Non occorre correre con la fantasia a tutte le possibili conseguenze o complicanze della tua ansia.

  3. Accoglila

    L’ansia è tua alleata, credimi. È una lingua che non conosci, ma ha molto da raccontarti. Non innervosirti inutilmente. Cogli l’opportunità di conoscere dei lati profondi di te che non sai ancora ascoltare e tradurre.

  4. Se hai farmaci usali

    Se un medico ti ha prescritto degli ansiolitici assumili. Non risolvono il problema ma ti permettono di alleviare la fatica di reggere da sola e di goderti il riposo con meno investimento di energie. Quelle conservale poi per valutare un cambiamento al rientro.

  5. Pianifica il tuo benessere

    Sfrutta queste occasioni per guardare bene dentro di te e, se sei veramente stufa di sentirti preda e di essere sopraffatta dalle emozioni, metti da parte le paure e l’orgoglio e inizia una psicoterapia.

 

 

Goditi la vacanza, non la vac-ansia

 

Se soffri di ansia e magari anche attacchi di panico abitualmente è importante mettere in programma un aiuto specialistico che risolva il problema a lungo termine.

 

Per le vacanze puoi cercare intanto un equilibrio tra il giusto stacco dalla routine e una situazione conosciuta che non ti esponga a troppe incognite. Scegli ciò che ti crea meno difficoltà.

Rivolgi un pensiero anche alle cose o persone da cui hai timore a separarti o con cui hai timore di sentirti un po’ troppo vincolata.

 

 

Se trovi utile questo post condividilo e fammi sapere nei commenti o in privato se ti suscita riflessioni, dubbi o curiosità.

 

 

 

Restiamo in contatto? Iscriviti alla Lettera Alternativa

E ricevi in omaggio  6 Passi alla meta: Guida pratica che costruire sentieri dove non ci sono





 

 

Dr. ssa Veronica Mormina Psicologa
Dr. ssa Veronica Mormina Psicologa
Aiuto adolescenti, adulti e coppie a costruire percorsi verso i loro obiettivi e il loro benessere. Insieme tracciamo la posizione di partenza, la direzione e il tragitto verso la meta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.