Bulli e vittime hanno qualcosa in comune

bullismo lascia solchi
Il bullismo lascia solchi – Forse anche tu ne sei stata vittima e non lo sai
28 marzo 2018
stimolare la creatività
Stimolare la creatività: prima devi sapere come funziona
5 giugno 2018
bulli e vittime

 

Dopo aver parlato di bulli e vittime di bullismo, passiamo per un momento dalla parte dei bulli.

Voglio spiegarti perché bulli e vittime non sono poi così diversi.

 

 

Il bullo non è cattivo

 

Chi compie atti di bullismo, fisico, verbale o psicologico, cerca un modo per trovare una sorta di identità vincente. Soprattutto agli occhi degli altri.

 

Derisione, umiliazione e aggressività sono i canali attraverso cui far fluire un profondo disagio, un vuoto identitario, spesso un grande senso di inadeguatezza da capire.

 

 

Bulli e vittime sono molto più simili di quanto pensi

 

Condividono, su posizioni speculari, la stessa insicurezza, lo stesso profondo sospetto di non valere (abbastanza).

 

La vittima fa i conti con la mancanza di prove che dimostrino il suo essere amabile, il suo essere ok.

Il bullo è invece alla continua e disperata ricerca di queste prove.

 

Nella ricerca di approvazione e supporto del gruppo, il bullo cerca di mostrare a sé stesso di potersi far valere.

Rincorre questa prova senza raggiungerla mai del tutto, senza ottenere mai quella definitiva che lo ripari dal dubbio di non valere abbastanza e di non essere, di per sé, degno di amicizia, benevolenza, vicinanza…  amore.

 

Come si salvano bulli e vittime 

 

Con l’educazione psicologica!

 

La sicurezza, l’amor proprio, la stabilità emotiva, la familiarità con le emozioni – belle e brutte -, la comprensione delle dinamiche relazionali… tutti questi elementi vanno promossi e coltivati.

Se la salute fisica passa per la conoscenza del corpo umano, la biologia, l’educazione fisica ecc., la salute psicologica non può prescindere dalla sensibilizzazione consapevole alle emozioni Una adeguata formazione sulle dinamiche relazionali e dunque da una vera e propria educazione psicologica.

Purtroppo il nostro sistema di formazione è completamente cieco da questo punto di vista e pretende che la sfera psicologica venga imparata per scienza infusa.

Siamo, purtroppo, dei veri analfabeti per quello che riguarda le nostre emozioni, la nostra salute psicologica e il complesso mondo delle relazioni.

Purtroppo, in questo sistema, l’unico modo per recuperare una dimensione di crescita psicologica ed emotiva è ricercare da sé  professionisti e attività in grado di garantirti una minima educazione e conoscenza di te stessa e delle relazioni, aspetti fondamentali e di cui, volente o nolente, sarai circondata per la totalità del tuo tempo.

 

 

 

Restiamo in contatto? Iscriviti alla mia Lettera Alternativa!

Arriva una volta al mese e ti regala ispirazioni, aneddoti e spunti per il tuo benessere.

Iscrivendoti puoi scaricare subito 6 Passi alla meta, la Guida Pratica per costruire sentieri dove non ci sono!





 

 

Dr. ssa Veronica Mormina Psicologa
Dr. ssa Veronica Mormina Psicologa
Aiuto adolescenti, adulti e coppie a costruire percorsi verso i loro obiettivi e il loro benessere. Insieme tracciamo la posizione di partenza, la direzione e il tragitto verso la meta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.